.. .. .. ..
..

Le case Polatta

Su una corte pavimentata con piccoli ciottoli si affacciano edifici diversi, frutto di successive aggregazioni e completamenti.

 

Sul lato nord-est attraverso una scala pure acciottolata si accede al corpo primitivo seicentesco della casa Polatta, che conserva ancora una sala ornata da raffinatissimi stucchi ascrivibili alla stessa bottega che decorò il portico nel 1668, parte del Santuario della Madonna del Castelletto tra il 1644 e il 1654, nonché una ricca caminiera recante lo stemma Polatta-Cattaneo un tempo presente nell’ala meridionale del complesso in un salone andato in rovina. La caminiera fu venduta negli anni Trenta del Novecento all’albergo Villa Castagnola dove è tuttora custodita.

 

Di epoca settecentesca sono invece le facciate che prospettano sulla corte principale.

Di particolare pregio la decorazione del corpo a nord-est con balconcini in ferro battuto al piano nobile, decorazioni vegetali e busti in stucco che incorniciano le finestre, di cui quattro nell’angolo orientale dipinte a trompe-l’oeil. Lo stesso motivo con dame affacciate a finte finestre, ora quasi illeggibile, era ripreso con chiara valenza scenografica anche verso sud sulla facciata prospiciente. Questa fronte ha perso l’originaria decorazione pittorica, come pure la loggia aperta al primo piano con archi su pilastri e un parapetto dipinto a colonnette che fingevano una balaustra.

..

FR     DE     EN

© Comune di Melano     |     credits     |     Ultimo aggiornamento della pagina: 16.10.2018     |     Visualizzazione: RegolareStampa